Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Servizi online
Albo Pretorio on-line
Albo telematico imprese
Archivio atti e provvedimenti
Cambio residenza
Tributi e Tariffe
Modulistica
Posta elettronica certificata
Regolamenti
Rss
In evidenza
Associazioni
Biblioteca comunale
Centro famiglia 180°
Centro servizi anziani
Gemellaggi
Lotta alla zanzara tigre
Mercati
Notiziario comunale
Pace e diritti umani
Palazzo Libera
Patto d'Area
Piano Protezione Civile
Piedibus
Pro Loco Pedersano
Pro Loco Castellano-Cei
Rete di Riserve Bondone
Scuola musicale Jan Novák
SpazioLab
Solidarietà internazionale
Tavolo Giovani Destra Adige
Links utili
Provincia autonoma di Trento
Comunità della Vallagarina
Consorzio dei Comuni Trentini
Difensore civico
Garante dei minori
Azienda Provinciale Servizi Sanitari
Centro AntiViolenza Trento
Agenzia del Lavoro
Cinformi
LILT Trentino
APT Rovereto e Vallagarina
VisitVillaLagarina
Progetto Destra Adige Lagarina
Agenzia dello Sport Vallagarina
CastelFolk
In primo piano
L.N. - 18 aprile 2019

Parte in occasione dell'inaugurazione della mostra di Leonardo Checchia “Alchimia del Colore” (sabato 20 aprile alle 18) il nuovo orario di apertura al pubblico di Palazzo Libera, la sede museale di proprietà del Comune di Villa Lagarina che ospita al piano terra tre sale dedicate alle mostre temporanee oltre alla Stanza Adalberto Libera, mentre ai piani superiori trovano collocazione la Sala Nobile e la sezione locale del Museo Diocesano Tridentino. A partire da venerdì 19 aprile le esposizioni temporanee e permanenti si potranno visitare dal venerdì alla domenica e nei festivi, con orario continuato dalle 10 alle 18. La decisione, concertata tra amministrazione comunale e direzione del Diocesano, è legata alla riduzione del personale di custodia messo a disposizione dal museo stesso. Si sono in ogni caso salvaguardati i giorni di maggiore afflusso, concentrati appunto nei fine settimana e nelle giornate festive. Rimangono invariate le chiusure ricorrenti: 1 gennaio (Capodanno); Pasqua; 1 novembre (Ognissanti); 25 dicembre (Natale); 31 dicembre (San Silvestro). Maggiori info cliccando qui

Continua >>
M.V. - 15 aprile 2019
Romina Baroni

Il progetto di fusione tra i comuni di Villa Lagarina, Pomarolo e Nogaredo è naufragato dopo che il consiglio comunale di Pomarolo ha bocciato, lo scorso 29 marzo, l'atto di indirizzo che avrebbe dato mandato ai sindaci di procedere, rendendo vani i pronunciamenti unanimemente a favore dei consigli comunali di Villa Lagarina (il 20 febbraio) e di Nogaredo (il 12 marzo). La fusione non si farà nemmeno con Nogaredo dato che quel consiglio comunale ha voluto precisare che era d'accordo solo con una fusione a tre. La sindaca Romina Baroni spiega in una lettera, recapitata nel fine settimana a tutti i propri concittadini e concittadine, le ragioni del fallimento e la decisione, suffragata da maggioranza e minoranze, di recedere a questo punto dalla gestione associata, ingestibile e ingovernabile nel medio periodo, cui Villa Lagarina aveva esplicitamente aderito solo in funzione del percorso di fusione. Di seguito il testo integrale della lettera

Continua >>
L.N. - 11 aprile 2019

Il numero di marzo 2019 della rivista trimestrale ItaliaPiù, distribuita in edicola con “Il Sole 24 ORE”, dedica un servizio a Villa Lagarina, scrivendo: «Nel cuore della Vallagarina, una natura che si apprezza a piedi o in bici tra l’Adige, i laghi e i borghi storici». Da oltre trent’anni, Italia Più “La Rivista dei Comuni e del Territorio” fotografa e valorizza le più autorevoli realtà territoriali italiane, evidenziandone le eccellenze in ambito commerciale, artigianale e imprenditoriale. La rivista si può sfogliare anche online: http://www.italiapiu.net/numero-marzo-2019/ >> pag. 134

 

Continua >>
L.N. - 9 aprile 2019
Il consiglio comunale (foto d'archivio)

Risorse in particolare per politiche sociali, mobilità sostenibile, efficientamento energetico, manutenzione del patrimonio comunale, nuovo magazzino dei pompieri a Castellano, investimenti sull'area montana. Passa, con 11 voti favorevoli e 6 contrari, il bilancio di previsione 2019 (era assente un consigliere). Il “documento unico di programmazione” ha sempre un riferimento triennale e una sua articolazione annuale; per il 2019 pareggia a 7.142.989 euro.

Continua >>
Tutte le notizie >>