Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Villa Lagarina vicina al Giappone ed alle popolazioni del Nord Africa
M.V. - 8 aprile 2011

Il Consiglio comunale si è espresso all'unanimità su due manifestazioni di sentimento: la prima esprime solidarietà al popolo giapponese per la tragedia di terremoto, maremoto e incidente nucleare; la seconda esprime vicinanza alla legittima richiesta di libertà di tunisini, egiziani, libici, siriani e yemeniti e chiede di far tacere le armi per rendere lo spazio alla politica e alla diplomazia


Pubblichiamo di seguito i testi delle due manifestazioni espresse all'unanimità dal Consiglio comunale su proposta dei capigrupppo di Villa Lagarina Insieme (Marco Vender), Comunità Attiva (Luca Laffi) e Vivere Villa Lagarina (Cristian Martinelli).

*****

Alla cortese attenzione
Imperatore del Giappone, Sua maestà AKIHITO

E per conoscenza
Al Presidente della Repubblica italiana, GIORGIO NAPOLITANO
Al Ministro degli Affari Esteri italiano, FRANCO FRATTINI
Al Presidente della Giunta Provinciale di Trento, LORENZO DELLAI
Al Commissario del Governo della Provincia di Trento, FRANCESCO SQUARCINA


MANIFESTAZIONE DI SENTIMENTI DEL CONSIGLIO COMUNALE DI VILLA LAGARINA, ai sensi dell'art. 45, terzo comma del Regolamento consigliare

Lo scorso 11 marzo il Giappone è stato colpito da un violentissimo terremoto e da un devastante maremoto. In particolare quest'ultimo ha provocato nell'immediato oltre ventimila morti e la distruzione catastrofica di città, paesi e villaggi della costa nord-orientale. Se non bastasse, nelle ore successive si è verificato un gravissimo incidente nucleare in una delle numerose centrali di quel Paese, che ha costretto migliaia di cittadini a lasciare le proprie abitazioni per sfuggire alle radiazioni. Incidente tutt'altro che risolto e i cui esiti imprevedibili tengono ancor oggi il Mondo intero con il fiato sospeso.

Il Consiglio comunale di Villa Lagarina esprime la propria unanime vicinanza alla popolazione giapponese colpita da così gravi lutti e devastazioni ed oggi alla prese anche con il gravissimo problema delle fuoriuscite radioattive. Auspica ma è altresì convinto che il Giappone, anche con il contributo solidale della Comunità internazionale e del nostro Paese, saprà risollevarsi da questa nuova tragedia e ricostruire il proprio tessuto sociale ed economico sempre più in armonia con la natura.


*****

Al Presidente della Repubblica italiana, GIORGIO NAPOLITANO
Al Ministro degli Affari Esteri italiano, FRANCO FRATTINI
Al Presidente della Giunta Provinciale di Trento, LORENZO DELLAI
Al Commissario del Governo della Provincia di Trento, FRANCESCO SQUARCINA


MANIFESTAZIONE DI SENTIMENTI DEL CONSIGLIO COMUNALE DI VILLA LAGARINA, ai sensi dell'art. 45, terzo comma del Regolamento consigliare

Stiamo assistendo in questi mesi alla lotta delle popolazioni tunisine, egiziane, libiche, siriane e yemenite per ottenere libertà, uguaglianza e democrazia. Si ribellano a regimi autoritari e violenti che per decenni li hanno governati negando loro i più elementari diritti umani. Per lungo tempo la comunità internazionale è rimasta colpevolmente in silenzio se non addirittura ha favorito lo status quo in nome di fredde strategie geopolitiche e lucrosi interessi economici.

Nel sentirci idealmente vicini alla legittima richiesta di libertà di questi Popoli, respingiamo e condanniamo con forza la repressione di ogni forma di dissenso. Nel ribadire il nostro no alla scorciatoia della guerra come strumento di risoluzione dei conflitti, chiediamo venga fatto ogni sforzo per far tacere le armi e per rendere lo spazio alla politica e alla diplomazia. Al fine di garantire la protezione e l'accoglienza di tutti i rifugiati, sollecitiamo che vengano adottate dal Governo italiano e dall'Unione europea tutte le iniziative di solidarietà di cui siamo convinti l'Europa è ancora capace.

*****

Il monumento alla Pace a Villa