Villa Lagarina alla marcia Perugia - Assisi
L.N. - 17 settembre 2018

Per Villa Lagarina, l’adesione alla Marcia per la Pace Perugia - Assisi, quest'anno titolata "Tutti insieme per i diritti umani", è un appuntamento irrinunciabile. L’alto valore simbolico, sociale, umano della manifestazione ha unito, anche quest’anno, l’intero consiglio comunale, che infatti ha votato compatto e unanime per rinnovare la presenza. La marcia è programmata per domenica 7 ottobre alle 9, ma il Comune propone anche un evento di preparazione, venerdì 5, con lo spettacolo “Armonica_mente dal fronte”, proposto dall'Associazione culturale Teatro-Musica "2GiGa". Coordinatore del gruppo che partirà per Perugia sarà il consigliere delegato alle politiche giovanili. Per il terzo anno consecutivo, Villa Lagarina c’è e gli amministratori sono convinti che questa edizione sia la più sentita: sostengono che è necessario partecipare con convinzione anche considerato l’attuale periodo storico, caratterizzato dalla paura e dall’egoismo, cui non a caso si risponde organizzando un pullman per viaggiare tutti insieme. Quanto allo spettacolo, punta a valorizzare il ruolo delle donne, che restarono nei paesi e portarono avanti la vita comunitaria mentre gli uomini erano al fronte


Il senso dello spettacolo va ricercato dunque nella fine delle celebrazioni per il centenario della Grande guerra: si voleva un’attività che si differenziasse dalle numerose commemorazioni istituzionali e capace di raccontare la drammaticità del conflitto dal punto di vista femminile. Le donne furono anche protagoniste delle proteste per la pace e qui è forte il collegamento con la marcia Perugia-Assisi, che ripudia i conflitti e chiede di costruire comunità e relazioni, oltre a difendere valori come lo stare assieme e il saper accogliere.

Lo spettacolo “Armonica_mente dal fronte” si terrà venerdì 5 ottobre alle 20.30 ai piedi del Monumento alla Pace in via Stockstadt (in caso di maltempo ci si sposta nel vicino Teatro parrocchiale). La partenza verso l'ignoto di un saldato trentino viene raccontata dalla moglie - attraverso le lettere che arrivano dal fronte della Grande Guerra - su un tappeto melodico suonato dal vivo, di grande suggestione.

Arrivando invece al giorno della marcia, si parte alle 2 del mattino dal piazzale antistante le scuole, in via Stockstadt, e il rientro è previsto in tarda serata, a conclusione della manifestazione. La quota di partecipazione è di 25 euro a persona. La prenotazione è obbligatoria e va fatta entro il 3 ottobre telefonando al 345-4372430 (Jacopo) o scrivendo una mail a jacopocont@comune.villalagarina.tn.it. La marcia misura complessivamente 24 km, ma per chi non se la sentisse è possibile compiere solo l'ultimo tratto del tragitto, partendo da Santa Maria degli Angeli (circa 6 km).

Il Comune è socio del Coordinamento nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani; da esso, oltre che dalla Tavola della Pace e dalla Rete della Pace, ha ricevuto il nuovo invito ad aderire al Comitato promotore della Marcia Perugia-Assisi della Pace e della Fraternità e del Meeting internazionale dei diritti umani ad essa collegato (Perugia, 5-6 ottobre 2018).

La Marcia si svolge quest'anno a 70 anni dalla proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani e della Costituzione italiana, a 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale, a 50 anni dalla scomparsa di Aldo Capitini, educatore e promotore della nonviolenza, ideatore della Marcia Perugia-Assisi.

Gli appelli alla partecipazione riportano l’attenzione sull’aumento delle disuguaglianze, delle sofferenze, delle tensioni e dei conflitti, della disoccupazione e dell’insicurezza di tantissime persone ma, allo stesso tempo, sottolineano che “la pace non dipende solo dalle grandi decisioni ma anche da tutte le piccole, piccolissime, azioni fatte ogni giorno, da ciascuno”. Nella delibera di adesione alla Marcia, il consiglio comunale ha ribadito anche la volontà, sollecitata il primo gennaio scorso anche da Papa Francesco, di trasformare ciascuna delle nostre città in veri e propri “cantieri di pace”.

Oltre ad aderire alla marcia e al meeting, dunque, il Comune si impegna a coinvolgere i giovani e le scuole del territorio, valorizzando le esperienze di pace positiva in corso nella comunità. Anche per l’attuazione di questi intenti espressi nella delibera, è stato dato mandato al consigliere delegato alle politiche giovanili.

Da questo link, http://www.perlapace.it/wp-content/uploads/2018/08/APPELLO.pdf, è possibile leggere l'appello di convocazione della Marcia “Verso il 7 ottobre 2018 - Rimettiamoci in cammino sulla via della pace” promosso da Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani e Tavola della pace. Da quest’altro http://www.perlapace.it/wp-content/uploads/2018/08/APPELLO-DI-ASSISI.pdf è invece possibile leggere l'appello “Il 7 ottobre tutti insieme per i diritti umani” promosso da Francescani del Sacro Convento di San Francesco d’Assisi, Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Tavola della pace, Rete della Pace, Coordinamento Nazionale delle Scuole di Pace.