Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Dal Friuli a Villa Lagarina per studiare il Marchio family e il Distretto famiglia
L.N. - 14 settembre 2019

Una delegazione del Friuli Venezia Giulia ha visitato il Trentino, facendo tappa anche a Villa Lagarina, per conoscere le buone pratiche del Marchio family e del Distretto famiglia Vallagarina. Il tour è stato organizzato assieme all’Agenzia per la famiglia della Provincia di Trento. Il gruppo comprendeva rappresentanti dei Comuni di Porcia (PN), Spilimbergo (PN), Pordenone, Udine, Trieste e il Forum Associazioni familiari del Friuli Venezia Giulia. Dopo i lavori del mattino alla sede di Tsm a Trento, durante i quali è intervenuto anche il dirigente generale dell’Agenzia per la famiglia Luciano Malfer, è seguito il pranzo a Villa Lagarina, non a caso in un ristorante certificato family: la “Locanda dal Barba”. Pomeriggio dedicato al confronto di buone pratiche a Palazza Libera


Dalle 15 i lavori del pomeriggio, in Sala Nobile a Palazzo Libera, con gli interventi della vicepresidente (con delega alle attività socio assistenziali) della Comunità della Vallagarina Enrica Zandonai, dell’assessora comunale ai servizi alla persona di Villa Lagarina Serena Giordani e della vicesindaco e assessora ai servizi alla persona di Vallarsa Ornella Martini. Con loro, la coordinatrice del Distretto famiglia Francesca Cenname, Egon Angeli per l’associazione Energie alternative e Patrizia Pucci per il Centro Famiglia 180 gradi.

Serena Giordani spiega: «Siamo stati tra i primi Comuni a ottenere il Marchio family e ad aderire al Distretto famiglia. Oggi serve adattarsi all’invecchiamento della popolazione e alla presenza di molte famiglie monoparentali. Il Comune si affianca, col suo impegno economico, alle associazioni. L’adesione al Distretto permette una maggiore circolazione delle idee e delle buone pratiche». Ornella Martini: «La particolarità del nostro Comune, di montagna e con molte frazioni, ha reso necessario trovare forme creative per realizzare il benessere familiare. Un esempio è il sostegno che diamo, per la manutenzione dei parchi giochi, alle associazioni. Altro caso di successo è il nido familiare. Sono impegnate con noi la sezione Sat e il Circolo Lamber».

Enrica Zandonai: «Dal 2015 il Distretto ha continuato a crescere: partiti da 5 Comuni siamo arrivati a 11, superiamo i 100 aderenti considerando tutti i soggetti impegnati. Si sono create collaborazioni e relazioni, le buone pratiche circolano. Per la visita della delegazione friulana, ho insistito affinché il momento di confronto col territorio avvenisse proprio a Villa Lagarina, uno dei Comuni che è stato più attivo in questo percorso».

Il tutto si è concluso con una visita al Museo diocesano di Villa Lagarina e a Palazzo Libera.

Clicca sull'immagine per visitare la galleria