Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Concorso d’idee per pensare l’area feste
L.N. - 5 novembre 2019

Un concorso di idee individuerà - nello spazio compreso tra l'area dei campi da tennis al Parco dei Sorrisi e l'attiguo Parco Attilio Lasta - la migliore collocazione di un'area feste con strutture permanenti o semi-permanenti: zona coperta per cucina attrezzata e spazio ristorazione, palco coperto per manifestazioni musicali e spettacoli in genere, servizi igienici e spazi tecnici. L'ha deliberato la giunta comunale nella seduta del 29 ottobre scorso, mettendo a disposizione del primo classificato un premio di 2.500 euro e un rimborso spese di 1.000 euro al secondo e 500 al terzo. «Abbiamo scelto il percorso concorsuale data la centralità e delicatezza dell'area - spiega la sindaca Romina Baroni - con l'obiettivo di risolvere un problema annoso per quanto riguarda gli spazi adibiti alle manifestazioni popolari oltre che dare risposta all'esigenza in tal senso condivisa con le associazioni di Villa Lagarina. Tra le linee guida che abbiamo previsto c'è la richiesta di soluzioni che migliorino la connessione tra i due parchi per consentire un sicuro e discreto accesso carrabile per il carico e scarico. L’edificio esistente potrà essere valorizzato o abbattuto mentre si dovrà rispettare il contesto esistente e dovranno essere preferite soluzioni, tecnologie e materiali sostenibili, limitando l’uso del cemento e i movimenti di terra. Sarà necessario mitigare l’impatto visivo ma soprattutto acustico verso il circondario abitato. L’intera area dovrà essere accessibile in sicurezza a tutte le utenze deboli». La partecipazione è gratuita. L’importo dei lavori, comprensivo delle somme a disposizione, deve restare entro i 600mila euro, Iva esclusa


Il concorso si svolge in forma anonima ed è rivolto ad architetti e ingegneri abilitati e iscritti nei rispettivi albi che possono partecipare in forma singola o in gruppo. Disciplinare, modulistica, planimetria, estratto mappa, estratti del Prg e relative norme, mappa tecnica, ortofoto, scala a vista e documentazione fotografica potranno essere scaricati dal sito del Comune.

È vietato divulgare i progetti o le loro parti, prima che vengano resi noti gli esiti della commissione giudicatrice. I candidati dovranno inviare il materiale in plico anonimo e seguendo tutte le indicazioni del disciplinare. Dovranno presentare la proposta ideativa con un massimo di 3 tavole, una relazione illustrativa di massimo 4 cartelle, un preventivo di massima e un supporto rigido (cd, dvd, usb) utile ai fini divulgativi, contenente i pdf di tutti gli elaborati.

Quesiti e richieste di chiarimento dovranno pervenire entro 60 giorni dalla pubblicazione del disciplinare – che avverrà nei prossimi giorni - esclusivamente via pec a villalagarina@legalmail.it e sarà data risposta pubblica entro i successivi 15 giorni sul sito istituzionale del Comune. Il plico dovrà pervenire all'ufficio protocollo del Comune di Villa Lagarina non oltre le ore 12 del 120° giorno dalla data di pubblicazione del disciplinare. Della commissione giudicatrice faranno parte un dirigente di settore di altro ente pubblico, un architetto, un ingegnere e un geometra scelti su una cinquina proposta dai rispettivi ordini professionali. Il commissario interno è il responsabile del servizio territorio comunale o suo sostituto, con funzioni di presidente.

Ecco i criteri di valutazione: realizzabilità, coerenza e fattibilità economica (fino 20 punti), bellezza e qualità (25), valorizzazione e sostenibilità ambientale (30), originalità e innovazione (20), presenza di un giovane professionista di età inferiore ai 35 anni compiuti (5).

Il Comune si riserva la facoltà di affidare al vincitore la realizzazione dei successivi livelli di progettazione ma si tratta, bene specificarlo, di una mera facoltà. Si riserva anche la facoltà di rendere pubbliche le proposte con una mostra e un catalogo.

Clicca sull'immagine per visitare la galleria