Al via El nos Nadal - Il Natale dei ricordi
M.V. - 7 dicembre 2018

Prende il via sabato 8 dicembre “El nos Nadal - Il Natale dei ricordi”, l'originale e caratteristica manifestazione che nasce dalla virtuosa collaborazione di tutte le associazioni del borgo montano di Castellano. Alle 17 è fissato il classico taglio del nastro con la sindaca Romina Baroni, cui segue alle 18, l'atteso concerto di Natale del Coro della SAT. «Dopo il successo della prima esperienza “di prova” dell'anno scorso, proponiamo un'edizione ancora più ricca e coinvolgente - afferma Claudio Tonolli, una delle tante anime della manifestazione - a tutti quelli che verranno a trovarci garantiamo un'immersione piena e genuina nella tradizione e nella magia del Natale di una volta». Luci e atmosfere suggestive, presepi sulle fontane, grandi immagini d'epoca, videoproiezioni, mostre, laboratori, artigianato locale, musica, canti, giochi e teatro di strada coinvolgeranno grandi e piccini. E poi i piatti tipici e quelli della nonna da scoprire, farsi raccontare e infine gustare nelle antiche corti contadine riscaldate che si aprono per l'occasione. “El nos Nadal - Il Natale dei ricordi” prosegue anche domenica 9 dicembre e il fine settimana successivo, 15 e 16 dicembre


L'evento di Castellano fa parte della più ampia offerta raccolta nel programma “I Natali della Vallagarina”, promossa dall'Azienda per il turismo e che coinvolge i comuni di Ala, Avio, Brentonico, Nogaredo, Nomi, Pomarolo, Rovereto, Terragnolo, Vallarsa e naturalmente Villa Lagarina.

L'anima green che caratterizza il comitato organizzatore de “El nos Nadal - Il Natale dei ricordi” - la manifestazione è a rifiuti zero oltre che attenta alle disabilità e al sociale (parte del ricavato dei mercatini verrà devoluto alla ricerca sui tumori e le leucemie infantili) - ha attivato quest'anno anche il bus navetta di Babbo Natale: dalle 15.30 alle 21.30 ci sarà infatti un servizio gratuito con partenza da Largo Posta a Rovereto e fermate allo Stadio Quercia, ai Carabinieri di Villa Lagarina, al teatro di Pedersano e con capolinea il teatro di Castellano, di fronte alla “porta del Natale”. Per chi invece arriva in camper è operativa un’area sosta attrezzata presso l'area sportiva del Parco delle Leggende.

Altra novità di questa seconda edizione sono le passeggiate con i pony dedicate ai piccoli visitatori, proposte dal Club Ippico San Giorgio di Arco, previa prenotazione al punto informativo nella casetta di legno vicino alle ex scuole elementari.

Non manca naturalmente il filone culturale con la presentazione del libro del soccorritore e alpinista Bepi Pinter “L’ombra di Baloo” (8 dicembre alle 16), la visita guidata al Castello de El nos Nadal a cura dello storico Gianluca Pederzini (9 e 16 dicembre alle 16), l'incontro “Il cane: dono di Natale?” organizzato dalla Filodrammatica di Castellano (15 dicembre alle 17).

Tappa immancabile saranno le numerose corti con i nomi e soprannomi evocativi, da scoprire mappa “del paes de Catelam” alla mano: Cort dei Calieri, Cort dei Gabanoni, Volt dei Curti, Casa dei Gatoni, Cort dei Melani, Éra de l'Omberle, Portec del Ghet, Ca' dei Picioli, Portec Dacroce-Bugna fino alla mitica Trattoria Serena. Un caleidoscopio di cultura popolana in cui perdersi nei profumi e sapori della buona cucina della tradizione: l'orzet, i canederli, il tortel de patate, i taglieri con gli affettati e i formaggi, la polenta col baccalà e il gulash.

«Quest'anno abbiamo voluto regalare a tutte le frazioni delle nuove luminarie, ovviamente a led in ossequio al risparmio energetico - ricorda la sindaca Romina Baroni. Il mio sincero e sentito ringraziamento va alle associazioni e ai volontari de El nos Nadal, capaci ancora una volta di trarre dall'unione delle forze la linfa migliore per regalare alla nostra comunità e agli ospiti momenti di spensieratezza ma anche di riflessione e conoscenza delle tradizioni e del territorio. Così ringrazio di cuore anche tutti coloro che hanno ideato e programmato le davvero numerose iniziative che caratterizzano il Natale d Villa Lagarina».

 

el nos nadal