Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
M.V. - 3 giugno 2020

Prosegue l’allentamento progressivo delle misure restrittive e dal 3 giugno sarà possibile muoversi liberamente su tutto il territorio nazionale, nel rispetto del distanziamento sociale e del divieto di assembramento. In Trentino resta inoltre l’obbligo di indossare la mascherina appena si esce di casa, almeno fino al 14 giugno. Il Centro operativo comunale ha stabilito, nella riunione del 29 maggio scorso, che l’accesso al municipio continuerà ad avvenire solo su appuntamento, da fissare al numero 0464 494222. Riaperti tutti i parchi pubblici ma parco Lasta e parco dei Sorrisi lo saranno solo dalle 8 alle 19 e per l’utilizzo delle aree gioco bisognerà attendere l’attivazione dei protocolli di sanificazione. Sono sospesi rispettivamente fino al 30 giugno 2020 i termini di pagamento dei rifiuti e fino al 30 settembre 2020 quelli del ciclo dell'acqua. L'Imis può essere pagata in un'unica soluzione entro il 16 dicembre 2020. Nel frattempo è guarita anche l’ultima persona positiva per cui attualmente a Villa Lagarina nessuno risulta più positivo al Covid-19. Raccomandiamo in ogni caso prudenza e di rispettare con puntualità le indicazioni sanitarie di sicurezza: indossare sempre la mascherina; mantenere il distanziamento interpersonale di almeno un metro; curare l’igiene delle mani. Come nelle precedenti notizie, trovate qui di seguito la sintesi sempre aggiornata delle misure attualmente in vigore e le informazioni di carattere locale utili per organizzare la propria quotidianità


Continua >>
liberi
M.V. - 1 giugno 2020

Il “bonus facciate” è uno sconto fiscale - previsto dall’art. 1, commi 219-224 della Legge 27 dicembre 2019, n. 160 - per realizzare su edifici esistenti e di qualsiasi categoria catastale il rinnovamento e il consolidamento della facciata esterna, inclusa la semplice pulitura e tinteggiatura, così come interventi su balconi, ornamenti, fregi, grondaie, pluviali, parapetti e cornici. Sono comprese nell’agevolazione fiscale anche le spese correlate: l’installazione dei ponteggi, lo smaltimento dei materiali, l’IVA, l’imposta di bollo, i diritti pagati per la richiesta di titoli abitativi edilizi, la tassa per l’occupazione del suolo pubblico, la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse. Per avere diritto al bonus è necessario che gli edifici siano ubicati nelle zone A o B (indicate nel decreto del Ministro dei Lavori pubblici n. 1444 del 1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali. L’assimilazione alle zone A o B della zona territoriale nella quale ricade l’edificio oggetto dell’intervento dovrà risultare dalle certificazioni urbanistiche rilasciata dal Comune. Sono esclusi tutti gli interventi realizzati su edifici che si trovano nelle zone C, D, E ed F


Continua >>
Bonusfacciate
L.N. - 26 maggio 2020

Nella lunga e non ancora superata emergenza Covid-19, sono tante le aziende, gli enti e i singoli cittadini che si sono dati da fare, ognuno secondo la propria sensibilità e le proprie possibilità. C’è chi ha messo a disposizione materiali, chi ha organizzato raccolte di alimentari e prodotti di prima necessità, chi ha cucinato per i sanitari e per le famiglie in difficoltà, chi ha tenuto aperti i negozi e garantito servizi a domicilio di spesa e pasti. Villa Lagarina si è mostrata solidale e coesa, compatta nell’affrontare la pandemia. «Non avevo dubbi che la mia comunità avrebbe risposto presente anche nel momento della più alta difficoltà per tutti - ha ricordato la sindaca Romina Baroni - il nostro tessuto sociale è forte e temprato alla solidarietà e so di tanti che hanno aiutato e continuano ad aiutare in silenzio. Non voglio davvero dimenticare nessuno nel mio ringraziamento collettivo al grande cuore di Villa Lagarina»


Continua >>
Al lavoro alla Locanda Dal Barba
L.N. - 19 maggio 2020

Ammonta a 20mila euro la donazione che la famiglia Zago, proprietaria di Cartiere Villa Lagarina SpA, destina tramite il Comune ai nuclei familiari residenti a Villa Lagarina che hanno subito, da marzo 2020, una riduzione del proprio reddito a causa dell’emergenza sanitaria derivante dalla pandemia Covid-19. Lunedì 18 maggio la Giunta comunale ha approvato i criteri con cui saranno distribuiti i mille buoni spesa da 20 euro ricevuti in disponibilità e che possono essere spesi alla Coop di Villa Lagarina. «Un sostegno che va ai cittadini di Villa Lagarina, che è il paese dove io stesso risiedo - ha spiegato Francesco Zago consegnando i buoni alla sindaca - abbiamo voluto dare un aiuto anche ai nostri dipendenti, a ognuno dei quali abbiamo consegnato una tessera ricaricabile del valore di 100 euro». Le domande si possono presentare dal 20 maggio con l’apposito modulo predisposto dal Comune e disponibile sul sito istituzionale. «Destiniamo i buoni spesa alle famiglie che hanno sofferto una riduzione delle entrate in questi ultimi mesi, visto che le situazioni più critiche sono già ben monitorate e ricevono puntuale risposta attraverso i più tradizionali canali dell’assistenza e della solidarietà - ha ricordato la sindaca Romina Baroni - ringrazio di cuore la famiglia Zago per la sensibilità e la generosità che ancora una volta ha dimostrato nei confronti della comunità in cui opera»


Continua >>
M.V. - 18 maggio 2020

L’emergenza non è terminata, bisogna esserne consapevoli. Le misure restrittive sono però state notevolmente allentate e abbiamo accettato di iniziare la fase di convivenza con il virus. Ciò richiede che ciascuno si comporti in maniera prudente e responsabile perché Covid-19 si aggira ancora subdolo, pronto a colpire. Vanno rispettate con puntualità le regole emanate dalle autorità. Occorre attenersi alle indicazioni sanitarie di sicurezza che non ci stanchiamo di ripetere: indossare sempre la mascherina; mantenere il distanziamento interpersonale di almeno un metro; curare l’igiene e in particolare quella delle mani. Lo scorso 15 maggio in Trentino hanno aperto le attività al dettaglio e i centri commerciali, dal 18 maggio riprendono l’attività anche bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie, pub, servizi alla persona come parrucchieri e centri estetici, b&b e affittacamere. Il tutto secondo precisi protocolli di sicurezza per ogni categoria. Decade anche l’obbligo dell’autocertificazione e quindi ci si potrà muovere liberamente entro i confini regionali senza dover giustificare il motivo. Rimane il divieto di assembramento. Il crono-programma del Governo prevede che dal 25 maggio riapriranno le palestre, le piscine e i centri sportivi; dal 15 giugno cinema, teatri e sale da concerti; dal 3 giugno ci si potrà spostare liberamente in tutto il Paese e verranno aperte le frontiere di ingresso in Italia. Il Centro operativo comunale ha stabilito che l’accesso al municipio potrà avvenire per il momento solo su appuntamento, da fissare al numero 0464 494222. Ha anche definito il nuovo orario della biblioteca comunale, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12 (e fino al 13 giugno anche dalle 15 alle 18 il lunedì e giovedì) ma con tavolini collocati nel cortile del palazzo. Le sale espositive di Palazzo Libera riapriranno invece sabato 6 giugno, anche in questo caso con un nuovo orario: venerdì, sabato e domenica dalle 14 alle 21. Come consuetudine, trovate qui di seguito la sintesi sempre aggiornata delle misure attualmente in vigore e le informazioni di carattere locale utili per organizzare la propria quotidianità


Continua >>
Proteggiamoci
L.N. - 11 maggio 2020

«Castelfolk compie vent’anni di vita: una festa importante, preparata da mesi con un programma che avrebbe fatto il botto. Tutto però è stato rinviato al 2021, a causa dell’emergenza Covid-19. Il senso di responsabilità, il rispetto delle istituzioni e delle loro decisioni hanno portato a una sofferta ma necessaria cancellazione della ventesima edizione». Sono le parole del direttivo di Castelfolk. Ogni dettaglio era ormai pronto: il programma musicale era stato lavorato per lunghi mesi con la Intersuoni di Torino, una delle agenzie più rinomate nel panorama del mercato dei promoters, che curerà anche il prossimo anno la direzione artistica relativa ai “grandi eventi”; collaborazione che aveva portato a formare una "line-up" incredibile, con importanti ospiti, già protagonisti dei maggiori festival italiani


Continua >>
M.V. - 9 maggio 2020

«A questo punto bisogna isolare il virus e non più le persone. Stiamo tenendo chiuse in casa persone probabilmente sane e non monitoriamo quelle che escono per motivi di lavoro, salute o semplicemente per andare a fare la spesa che potenzialmente possono essere positive asintomatiche e quindi contagiose. Per questo fare il test a tutti sarebbe importante per individuare i positivi e isolarli, tanto più ora che si può uscire liberamente ovunque per fare sport, visitare i parenti o fare la spesa.» Lo afferma la sindaca Romina Baroni che assieme ai colleghi di Nomi, Calliano e Besenello ha scritto un appello al presidente della Provincia per sollecitarlo a procedere in tal senso. Da sabato 9 maggio in Trentino c’è un nuovo ulteriore allentamento delle restrizioni. Entra in vigore infatti la nuova ordinanza del presidente della Provincia. A questi ritmi oggettivamente non è facile per i cittadini districarsi tra cosa si possa e non si possa fare. Comunque, rispetto a 5 giorni fa è consentito ora di spostarsi in macchina o coi mezzi pubblici in tutto il territorio regionale per intraprendere lo svolgimento dell’attività motoria e sportiva individuale, per fare la spesa, per ritirare cibi da asporto, per visitare i propri defunti al cimitero. Per i residenti nell'ambito provinciale è altresì consentito muoversi per raggiungere per qualsiasi motivo le seconde case, barche o camper anche insieme ai propri conviventi e si potrà pernottare per più giorni. I conviventi di uno stesso nucleo familiare possono inoltre viaggiare insieme in uno stesso veicolo. Resta obbligatorio e fondamentale indossare la mascherina appena si esce di casa e ovviamente in ogni luogo chiuso aperto al pubblico. Sono esenti solo i bambini al di sotto dei 6 anni e le persone con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina oltre a coloro che con essi interagiscono. Altrettanto importante mantenere la distanza interpersonale di almeno 2 metri per l'attività sportiva e di almeno 1 metro per ogni altra attività. Nel frattempo ieri in Trentino si sono superati i 5mila contagiati di cui 1.623 attualmente positivi, 2.779 guariti e 440 deceduti. In Italia i morti hanno oltrepassato quota 30mila e nel mondo oltre 273mila. Come di consueto, ricordiamo che per ogni e qualunque urgenza o necessità rimane attivo il Centro operativo comunale che risponde h24 al numero 0464 494212 mentre per informazioni e segnalazioni si può scrivere a info@comune.villalagarina.tn.it. Trovate qui di seguito la sintesi sempre aggiornata delle misure attualmente in vigore, l’elenco di tutti i provvedimenti finora emanati e le informazioni di carattere locale utili per organizzare la propria quotidianità


Continua >>
L.N. - 6 maggio 2020

Il Centro famiglia 180° di Villa Lagarina non ha mai interrotto le proprie attività e, grazie alla creatività dello staff, continua a proporre - ogni giorno dal lunedì al giovedì sulla propria pagina Facebook (https://www.facebook.com/CentroFamiglia180Gradi) - video tutorial attraverso cui i bambini e le bambine sono guidati a produrre dolcetti, a partecipare a laboratori di riciclo, ad ascoltare fiabe e letture animate, a risolvere divertenti indovinelli. Se non bastasse, dal 20 aprile Alessia e Sara sono disponibili ogni lunedì, dalle 15 alle 17, a farsi contattare dagli abituali frequentatori del centro per chiarire telefonicamente dubbi e curiosità sulle attività proposte ma soprattutto per scambiare due chiacchiere. Un supporto davvero importante per aiutare tanti bimbi e bimbe a sentirsi vicini anche se ciascuno a casa propria. Per l’assessora ai servizi alla persona, Serena Giordani: «È con un certo orgoglio che esprimo il mio apprezzamento per l’attività del Centro 180° che da sempre ha mantenuto vivo e trasmesso con il proprio operato il senso di comunità»


Continua >>
Nella foto Patrizia Pucci, Sara Pinter e Alessia Zanini
M.V. - 4 maggio 2020

Da lunedì 4 maggio prende il via la cosiddetta “fase due” con un primo se pur necessariamente prudente allentamento della misure di contenimento che dallo scorso 9 marzo ci stanno tenendo tutti chiusi in casa. Il presidente del Consiglio dei Ministri ha infatti firmato il decreto 26 aprile 2020 che resterà in vigore fino al 17 maggio, cui si aggiungono una serie di disposizioni emanate con ordinanza 2 maggio 2020 dal presidente della Provincia di Trento in accordo con il Governo. Diventa obbligatorio per tutti indossare la mascherina appena si esce di casa e ovviamente in ogni luogo chiuso aperto al pubblico. Sono esenti solo i bambini al di sotto dei 6 anni e le persone con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina oltre a coloro che con essi interagiscono. Via libera all’attività sportiva amatoriale e alle passeggiate ma solo partendo direttamente da casa e nel rispetto della distanza interpersonale di almeno 2 metri per l'attività sportiva e di almeno 1 metro per ogni altra attività. Gli spostamenti rimangono limitati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute (autocertificazione). Si considerano necessari anche gli spostamenti per incontrare i congiunti, cioè partner conviventi, partner delle unioni civili, persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge). Tuttavia, sarebbe bene tenere presente come il Trentino sia attualmente classificato, in base ai dati raccolti tra il 25 aprile e il 2 maggio, a “incremento elevato”, cioè caratterizzato da un numero di casi per centomila abitanti (773) e da un incremento settimanale di casi (9%), sopra la media nazionale (che è rispettivamente di 347 e 7%). Restiamo allerta, il virus è invisibile ma continua a circolare, non sottovalutiamolo: se decidi di uscire indossa la mascherina, mantieni la distanza interpersonale di almeno un metro, igienizza sempre le mani. Come di consueto, ricordiamo che per ogni e qualunque urgenza o necessità rimane attivo il Centro operativo comunale che risponde h24 al numero 0464 494212 mentre per informazioni e segnalazioni si può scrivere a info@comune.villalagarina.tn.it. Trovate qui di seguito la sintesi sempre aggiornata delle misure attualmente in vigore, l’elenco di tutti i provvedimenti finora emanati e le informazioni di carattere locale utili per organizzare la propria quotidianità


Continua >>
Mascherina
L.N. - 28 aprile 2020

Andrea Ferroni, docente di violino della Scuola musicale Jan Novák, lunedì 20 aprile ha proposto il primo saggio online. Hanno suonato 19 allievi tra gli 8 e i 10 anni. «Questo saggio era stato programmato da tempo, ancor prima della quarantena - racconta - e per me era didatticamente importante mantenere l'impegno». Marco Bruschetti, direttore della scuola musicale, dichiara: «L’intraprendenza e l’iniziativa dei docenti delle scuole musicali trentine è la cifra della volontà di reagire positivamente alla situazione drammatica che stiamo vivendo». Dal Comune, il vicesindaco e assessore alla cultura Marco Vender esprime il proprio apprezzamento: «Davvero complimenti alla nostra scuola musicale che non si è arresa alla situazione contingente e ha trovato modalità inesplorate per proseguire l’anno scolastico, vicini ma lontani. Poi l'entusiasmo ha spinto perfino a tenere il saggionline, una bella soddisfazione». Ieri, 27 aprile, la replica con gli allievi più grandi e ogni settimana #RESTOinASCOLTO, due minuti di audio-guida realizzata dagli insegnanti sulla pagina Facebook della scuola


Continua >>