Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
M.V. - 22 ottobre 2019

È stata approvata lo scorso 10 ottobre 2019 in prima adozione dal Commissario ad acta Augusto Sbetti la Variante 2016 al Piano regolatore generale (PRG) del Comune di Villa Lagarina, firmata dall'architetto Andrea Miniucchi. Il Consiglio comunale aveva infatti certificato la propria impossibilità a procedere in quanto 10 consiglieri comunali su 18 si sono dichiarati favorevolmente interessati dall’adozione della Variante e quindi incompatibili sia a trattare l'argomento sia a votare la delibera consiliare. Esprime soddisfazione la sindaca Romina Baroni, titolare della delega all’urbanistica, che vede compiersi sotto la sua regia la terza variante oltre a quella che ha interessato i centro storici: «Finalmente siamo riusciti a portare a compimento il complesso lavoro di censimento e analisi del paesaggio naturale, forestale e agricolo dell’area montana, in particolare della valle di Cei. Con questa variante andiamo a normare e salvaguardare gli spazi aperti e le aree agricole di particolare pregio». Si apre ora la fase delle osservazioni nel pubblico interesse che è possibile presentare entro il 17 dicembre 2019


Continua >>
Foliage al lago di Cei
L.N. - 17 ottobre 2019

Villa Lagarina e gli altri comuni della destra Adige - Nomi, Nogaredo e Pomarolo - organizzano anche quest’anno, assieme alla delegazione di Rovereto della Lega italiana per la lotta ai tumori (LILT), una serie di appuntamenti per trattare le tematiche della prevenzione e della cura dei tumori. La grande rotonda davanti all’A22 di Villa Lagarina resta illuminata di rosa per due mesi perché, come spiega l’assessora comunale alla protezione sociale Serena Giordani: «Simboleggia il valore dalla collaborazione nel promuovere momenti di approfondimento verso tematiche importanti, volte alla salvaguardia della salute e alla prevenzione. Ottobre è il mese “rosa” della prevenzione dei tumori femminili, ma abbiamo voluto includere anche novembre, poiché è dedicato alla prevenzione dei tumori maschili»


Continua >>
L.N. - 15 ottobre 2019

È stata inaugurata sabato 28 settembre a palazzo Libera, e sarà visitabile fino a domenica 10 novembre, la personale di Matteo Boato “I Mesi”. Il ciclo di lavori esposti costituisce il dialogo pittorico dell'artista con un cedro maestoso (del Parco Imperiale di Levico Terme), che collega chi guarda la tela, e chi la dipinge, al cielo. Le tele di grande formato sono il frutto di un anno di lavoro. La sequenza è concepita per creare un bosco che si evolve nel tempo, uno scenario che coinvolge e circonda interamente lo spettatore, lo spinge a guardare in alto e prova ad accompagnarlo verso il cielo. Alla base c’è il concetto che la natura sia un dono in ogni suo angolo, in ogni sua manifestazione. Raccontando le centinaia di colori che un organismo vitale come il bosco offre durante un anno, l'autore vorrebbe dipingere la ricchezza straordinaria che ci abbraccia quotidianamente, mettere su tela la musica che ci pervade mentre respiriamo in ambienti naturali. Ma per toccare il cielo dobbiamo amare la terra


Continua >>
L.N. - 8 ottobre 2019

Sabato e domenica scorsa si sono celebrati i 130 anni di storia dell’asilo infantile Gio Batta e Rosa Riolatti di Villa Lagarina: un’occasione che ha riunito tutta la comunità e che ha coinvolto numerose associazioni. Le maestre hanno proposto alcuni laboratori e, con l’obiettivo di far conoscere la storia dell’istituto, l’ente gestore ha chiesto alla compagnia teatrale “I sottotesto” di raccontarla in teatro. Sono inoltre state allestite le mostre “Una scuola da scoprire” e “130 anni di storia”, questa frutto di una ricerca storica sulla figura di Gio Batta Riolfatti che con un lascito a fine ottocento permise la costruzione del primo “asilo”. La sindaca Romina Baroni, in occasione della cerimonia istituzionale, ha ringraziato tutti i volontari, i partecipanti ai festeggiamenti e ovviamente l’ente gestore dell’asilo, al cui fianco il Comune ha lavorato sia per sostenere la pubblicazione che ricorda i 130 anni di storia sia per restaurare la monumentale tomba di Gio Batta e Rosa Riolfatti nel cimitero di Santa Lucia. «Va ammirata la grande lungimiranza di Gio Batta che coi suoi lasciti ha voluto migliorare il tessuto sociale della comunità, anche con decisioni, come il sostegno all’indipendenza delle donne, per nulla scontate a quei tempi. Nella giornata in cui si festeggiano in tutto il mondo gli insegnanti per ringraziarli per il ruolo educativo e per la responsabilità che portano nel formare le donne e gli uomini del domani, sono davvero importanti questi momenti in cui la comunità si riunisce e fa memoria dell’origine delle istituzioni sociali che la permeano»


Continua >>
Un momento delle celebrazioni
L.N. - 30 settembre 2019

Altri comuni trentini hanno già fatto questa scelta “carbon free”, ma il primo ad avere in dotazione un’auto completamente elettrica per il proprio corpo di polizia locale è Villa Lagarina, da sempre attentissimo all’ecologia. La municipalità vanta una dichiarazione ambientale tra le più complete e meglio redatte d’Italia (ha ricevuto anche riconoscimenti nazionali in tal senso), da anni ha tre linee di piedibus (con percorso recentemente tabellato e i cui segnali riportano le immagini disegnate dagli alunni, frutto di un progetto realizzato in collaborazione con la scuola elementare), aderisce da sempre a M’illumino di meno e alla Settimana europea della mobilità, è stato il primo tra i piccoli comuni a partecipare al bike sharing Trentino e-motion (facendo compagnia a Trento, Rovereto e Pergine), è stato tra i primi ad avere sul territorio una colonnina per la ricarica veloce dei veicoli elettrici


Continua >>
L.N. - 23 settembre 2019

Per la Settimana europea della mobilità, il Comune di Villa Lagarina ha attivato come di consueto diverse iniziative. Sabato 14 settembre è stata inaugurata la mostra “Il Design della Bicicletta”, con pezzi della prestigiosa Carosini collection esposti a Palazzo Libera e in Municipio (fino al 31 ottobre). Nella stessa giornata in piazza Santa Maria Assunta sono state esposte alcune auto elettriche ed è stato possibile effettuare dei test drive con e-bike. Giovedì 19 si è svolto un consiglio comunale tematico, convocato su proposta della sindaca Romina Baroni dopo un confronto coi capigruppo consiliari. La seduta ha trattato due ordini del giorno della maggioranza: sull’ipotesi di un collegamento a fune tra Villa Lagarina e la sua zona montana e sul nodo della rotatoria A22 e del ponte sull'Adige che divide, a livello ciclabile, Villa e Rovereto. Discusse anche due mozioni: una di Villa Lagarina Insieme contro la realizzazione di nuove strade ad alto scorrimento, quindi avverso il prolungamento della A31, ma favorevole a sviluppare e pianificare altre forme di mobilità come la ferrovia; e una tesa a realizzare un collegamento ciclo-pedonale fra Piazzo-Pomarolo e Pedersano, promossa dai gruppi di minoranza Comunità attiva e Civica per l’unione dei Comuni. Voto favorevole è stato ottenuto da tutti e quattro i testi. Prima della discussione, sono intervenuti per la ditta Leitner l’ingegnere Giacomo Trattenero sul tema degli impianti a fune in ambito urbano e l'idrogeologo Gianfranco Bazzoli sulla conformazione e le risorse idriche del Pasubio, attraverso il quale dovrebbe passare il prolungamento dell’A31


Continua >>
Mostra "Il design della bicicletta"
L.N. - 16 settembre 2019

Gli introiti del concerto che lo scorso giugno ha ricordato il musicista Carlo Canevali, finanzieranno progetti per i ragazzi di Medellin e Cali, in Colombia. Il “Lagarina Jazz Festival”, anche quest’anno, ha fatto tappa a Villa Lagarina: venerdì 28 e domenica 30 giugno. Grande l’emozione per il secondo appuntamento quando, nel parco di Palazzo Libera, si è tenuto un concerto con oltre 30 artisti per ricordare Carlo Alberto Canevali: musicista, insegnante, fondatore e direttore della Villa Lagarina BigBand, prematuramente scomparso a marzo


Continua >>
Foto Vigilio Forelli
L.N. - 14 settembre 2019

Una delegazione del Friuli Venezia Giulia ha visitato il Trentino, facendo tappa anche a Villa Lagarina, per conoscere le buone pratiche del Marchio family e del Distretto famiglia Vallagarina. Il tour è stato organizzato assieme all’Agenzia per la famiglia della Provincia di Trento. Il gruppo comprendeva rappresentanti dei Comuni di Porcia (PN), Spilimbergo (PN), Pordenone, Udine, Trieste e il Forum Associazioni familiari del Friuli Venezia Giulia. Dopo i lavori del mattino alla sede di Tsm a Trento, durante i quali è intervenuto anche il dirigente generale dell’Agenzia per la famiglia Luciano Malfer, è seguito il pranzo a Villa Lagarina, non a caso in un ristorante certificato family: la “Locanda dal Barba”. Pomeriggio dedicato al confronto di buone pratiche a Palazza Libera


Continua >>
L.N. - 9 settembre 2019

Stanno per ricominciare le scuole e, come di consueto, l'amministrazione comunale, e in particolare l'assessora a istruzione, pari opportunità, servizi alla persona, protezione sociale, professoressa Serena Giordani, rivolge un saluto a tutto il mondo scolastico: «Ogni inizio rappresenta un momento intenso, emozionante, un vero e proprio passaggio, destinato a diventare nella memoria di chi lo vive per la prima volta un tenero ricordo, ma è anche un momento carico di fiducia nel futuro per tutti coloro che, nei diversi ruoli, sono protagonisti di questa avventura che l’educazione e la formazione rappresentano». Di seguito riportiamo il saluto completo, inviato alla scuola


Continua >>
L.N. - 3 settembre 2019

Sono gli artisti Joys e Dado a firmare il bel colpo d’occhio che la facciata della scuola media offre ora all’abitato. A conclusione degli imponenti lavori che hanno riguardato la ristrutturazione dell’istituto scolastico e della palestra, infatti, la giunta di Villa Lagarina ha voluto dare seguito a una valorizzazione dell’arte urbana avviata negli anni scorsi con le opere sul municipio, sulla casetta del tennis al parco dei Sorrisi e alla rotonda di Piazzo. La nuova opera si colloca all’interno delle politiche giovanili e, infatti, in autunno anche gli alunni saranno coinvolti in un progetto di urban art. A seguire il progetto è il consigliere delegato Jacopo Cont: «Abbiamo chiamato due artisti di fama internazionale e l’effetto è maestoso». Curatore artistico è Luca Pichenstein: «Dado e Joys sono professionisti capaci di rapportarsi al contesto: agli edifici e al paesaggio». Dal canto loro, i due spiegano: «Partendo dai due lati della facciata per creare una fusione al centro, abbiamo portano ognuno il proprio stile, ma mantenendo gli identici colori e proporzioni. Abbiamo voluto realizzare un’opera allegra ma conforme all’istituzionalità di una scuola». L'azienda GV3 Venpa Spa di Dolo (VE) è stata lo sponsor tecnico: ha fornito gratuitamente le due piattaforme diesel da 10 metri, nell’ambito del progetto #fullcolor


Continua >>