Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Puntualizzando
Mostra
A cura di: Comune di Villa Lagarina
Palazzo Libera
Via Garibaldi, 12 - Villa Lagarina
Vedi Google Maps
Da sabato 1 giugno
a domenica 7 luglio 2019

Mostra personale di Tarcisio Revelant, in arte Reveylant, a cura di Mario Cossali. Inaugurazione sabato 1° giugno 2019 alle ore 18:30


Nel pulviscolo della vita

La ricerca di Reveylant è curiosa per molti aspetti, prima di tutto per il puntinismo del suo colore (minuzioso disegno a matita, punteggio del cartoncino con pennino intinto in terre o colori naturali diluiti), poi per la leggerezza della sua visione ed infine per il senso panico che trasmette con le sue composizioni.

In esse ogni respiro è respiro del tutto, ogni particolare vive della felicità dell’insieme. La visione pulviscolare si distende sul reale, sul mistero di paesaggi che chiedono in qualche modo di essere attraversati. Il massimo di frazionamento, di frantumazione del colore diventa magicamente il massimo di concentrazione sia dello sguardo che della voce più intima del reale stesso.

Il puntinismo di Reveylant non disperde, ma paradossalmente raccoglie e ci mostra il cuore, il segreto che andiamo cercando nel nostro umano troppo umano vagabondaggio.

Come non pensare agli Holzwege di Martin Heidegger, ai suoi sentieri nel bosco: ognuno di essi procede per suo conto, ma nel medesimo bosco. L'uno sembra l'altro...legnaioli e guardaboschi sanno cosa significa "trovarsi in un sentiero che, interrompendosi, svia".  Il pensiero umano non deve proporsi una meta definitiva ci dice il filosofo e l’artista si muove nella stessa direzione: il suo vagare nel paesaggio cambia continuamente direzione, mantiene però intatto dentro di sé il fuoco della ricerca, il fuoco dell’ispirazione che lo porta sempre più dentro il mistero dell’esistenza grazie al moltiplicarsi e al complicarsi dell’orizzonte dello sguardo.

Tarcisio Revelant è nato a Tarcento nel Friuli e porta nella sua pittura lo spirito e il colore dei suoi paesaggi, dei suoi paesi, delle sue luci e delle sue ombre, ma riesce a superare ogni limite geografico ed ogni confine, costruendo progressivamente un paesaggio dell’anima, che, grazie soprattutto alla tecnica puntinista usata, diventa topos di attese e di sentimenti che riguardano tutti e ciascuno, nel quale possiamo ritrovarci con le nostre illusioni fragili, ma anche le nostre più solide speranze, a patto di non temere l’imponderabilità del viaggio e delle inevitabili sorprese.

Mario Cossali

 

Tarcisio Revelant
In arte REVEYLANT, nasce a Magnano in Riviera, in provincia di Udine, il 6 luglio  1950. Fin da giovane frequenta lo studio del maestro e pittore Marino Rossi di Tarcento (UD). Per motivi di lavoro si trasferisce a Malcontenta di Mira (VE), dove attualmente vive e lavora. Gli inizi della sua pittura appaiono contrastanti e dopo una lunga pausa dedicata alla ricerca della sua identità artistica, Reveylant cerca di esprimersi in diverse tecniche: acquarello, tempera, olio, acrilico, fino ad approdare alle terre naturali colorate provenienti da paesi africani e medio orientali dove si è recato sia per lavoro che per turismo e a seguire la linea del divisionismo-puntinismo, tecnica pittorica nata in Francia alla fine del 1890 dai pittori Georges Seurat e Paul Signac, grafica, che tuttora esprime ed esegue. L’esecuzione delle sue opere risulta molto lunga. Dopo un minuzioso e particolareggiato disegno di base a matita, procede con un piccolo pennino di acciaio depositando le terre colorate sciolte in piccoli contenitori di vetro o acciaio con della colla arabica aggiunta come medium, innumerevoli punti di colore sul cartoncino fino a formare l’immagine. Per completare un’opera di medie dimensioni cm. 20x30 servono circa 35-40 ore di lavoro. Ha esposto in gallerie nazionali ed estere. Numerose sono le sue partecipazioni ad importanti rassegne e molti riconoscimenti  conseguiti.

Orario
Venerdì, sabato, domenica e festivi, 10.00-18.00

 

 

File allegati:
Locandina pdf (37.5 MB)
Reveylant