Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
In ricordo della Grande Guerra 1914-1918
Mostra
A cura di: Comune di Villa Lagarina
Municipio di Villa Lagarina
Piazza S. Maria Assunta 9 - Villa Lagarina
Da sabato 10 marzo
a domenica 4 novembre 2018

Esposizione di 4 sculture bronzee di Cirillo Grott: "Fiera dantesca", "Caino e Abele", "Il sacrificio del partigiano", "Umano e Divino". Mostra a cura si Serena Giordani, nell’ambito delle celebrazioni in memoria del Centenario della fine della Prima guerra mondiale - Trentino Grande Guerra


Credo che le mie opere trasmettano sempre un messaggio di pace (…) Credo non si possa fare dell'arte con l'animo agguerrito (…) essa è tra le massime espressioni dell'umanità. Cirillo Grott

 

Aggressiva e minacciosa, con la schiena arcuata e pronta all’attacco la scabra "Fiera dantesca", (leone) citazione dei vv. 46-47 dell’Inferno di Dante: Questi parea che contra me venisse con la test’alta e con rabbiosa fame, è tragico simbolo della crudezza della guerra che fagocita ogni sentimento, ogni speranza, ogni spiraglio di luce, lasciando spazio all’odio fratricida, rigetto radicale ad essere fratelli, come testimonia il gruppo "Caino e Abele" altra citazione della Divina Commedia: Non vi si pensa quanto sangue costa (v. 90 del Paradiso)

"Il sacrificio del partigiano" si pone come esplicito emblema di distruzione e morte. Un soldato sembra sorgere dalla terra, teso all’azione e punta la sua arma contro il nemico. Sotto di lui uno scheletro, simbolo di sofferenza ma anche preludio alla sua morte. Questa scultura riassumere in sé il tragico sacrificio di tutti quegli uomini che si sono immolati combattendo

Infine "Umano e Divino" è un monito: la pace, la libertà sono ancorati al coraggio, alla compassione e all'umanità. Da un simbolo di morte prende vita un fiore, richiamo alla speranza

 

Non vi si pensa...