Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Gente comune
Mostra
A cura di: Comune di Villa Lagarina e PROMART, con il patrocinio della Provincia autonoma di Trento, della Presidenza della Giunta Regionale TAA e del Comune di Venezia
Palazzo Libera
Via Garibaldi, 12 - Villa Lagarina
Vedi Google Maps
Da domenica 23 settembre
a sabato 27 ottobre 2012

Mostra di Igor Molin nell'ambito di "Palazzo Libera per l'arte contemporanea". Inaugurazione domenica 23 settembre alle ore 11:30 con l'intervento di Federica Giobbe, curatrice dei testi in catalogo, e improvvisazione vocale dell'attore Alessio Kogoj su testo di Federica Giobbe. Sarà presente l'artista


Venezia è luce e chiacchierio. Venezia è colore e brulichio di voci. Venezia è sali-scendi di passi e di sensazioni. Venezia è gioia e trasgressione, Venezia è suggestione d’incanti. Attraverso il suo linguaggio pittorico e gli sguardi, i sorrisi, le emozioni dei suoi personaggi, Igor Molin intende forse mostrarci la Venezia dei non veneziani; la Venezia di quella gente comune che la percorre e la scorre quotidianamente per non essere più lì il giorno dopo, a solcare calli e vogare canali, vivendone i silenzi e le cromie che sono dei veneziani veri, quelli come Igor, che Venezia ce l’ha nel cuore...

Federica Giobbe, che nel catalogo della mostra Gente comune propone – con straordinaria sensibilità e capacità introspettiva – un articolato saggio, suggerisce una interessante chiave di approccio alle sale di Palazzo Libera: “Visitando l’esposizione delle opere recenti di Igor Molin (VE/Burano, 1981), ospitata a Palazzo Libera (Villa Lagarina – TN), la prima porta che si apre è quella di uno spazio a sé, dove ogni elemento compositivo è disegnato per abbagliare il visitatore e sedurlo, inserito in quel luogo non luogo che è l’arte stessa. Ogni ambiente della mostra è completato da effetti sonori e teatrali, le quali occupano diversi piani emozionali, tipici di questa personale. Ogni opera in mostra ha una storia particolare, dove il filo conduttore è l’esplorazione di linguaggi contemporanei e della loro integrità. Lo studio del bello, dell’uomo, della psiche e della società è qualcosa che rende la personale di Molin un nuovo progetto in cui i partners dell’evento (PROMART – Libera Associazione per la Promozione delle Arti di Trento ed il Comune di Villa Lagarina) credono. I rapporti interpersonali sono complicati ed intricati, e riportare quegli stessi rapporti sulla tela è una vittoria inaspettata, non alla portata di tutti i talenti. Ma il poliedrico artista Igor Molin c’è riuscito!”.

L’esposizione sarà accompagnata da un catalogo (Ed. Publistampa, Collana Arte) ricco, oltre che delle analisi di Federica Giobbe, anche delle immagini di tutte le opere esposte.


Igor MOLIN nasce a Venezia il 2 marzo 1981. Consegue il Diploma di Maturità artistica presso il Liceo Artistico Statale di Venezia, il diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia e la Laurea specialistica in Arti visive e discipline per lo spettacolo, con indirizzo pittura, presso la stessa Accademia. Ha esposto in Italia e all'estero, conseguendo importanti premi e riconoscimenti. Attualmente collabora con diverse gallerie in Italia, Francia e Slovenia; insegna arte in un istituto comprensivo ad Arco di Trento e tecniche dell’affresco a Maglione (To). Vive e lavora tra Riva del Garda (Tn) e Burano (Ve).

Federica GIOBBE è nata a Milano nel 1981 e da qualche tempo vive in Trentino, tra le alte vette della Val di Fiemme. Nel 2005 ha conseguito il diploma di secondo livello in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Nel 2007 ha conseguito la laurea di primo livello in Arti Visive, specializzazione in Teoria e Storia dell’Arte Sacra Moderna e Contemporanea. Ha collaborato per diversi anni, in qualità di teorica e critica d’arte, presso il Dipartimento di Arte ed Antropologia del Sacro DAAS dell’Accademia di Belle Arti di Brera e diverse gallerie milanesi. Dal 2006 si è occupata di Arte come cura terapeutica dell’anima, svolgendo studi in campo neuroscientifico, psicologico ed artistico. Nel 2007 ha vinto il Primo Premio Letterario, per la Sessione Narrativa, con Il cuore nell’anima, suo primo romanzo. Dal 2010 collabora come scrittrice e curatrice per diverse testate giornalistiche, nonché come talent scout d’arte per giovani artisti emergenti.

Alessio KOGOJ è nato a Quistello (MN) nel 1973. Ha conseguito la maturità Odontotecnica e, nel 2001, la laurea in Sociologia, con una tesi in antropologia teatrale e del teatro. Dal 1996 si occupa stabilmente e professionalmente di teatro lavorando come autore, attore, regista, formatore teatrale e nella realizzazione di spettacoli per ragazzi, teatro di ricerca, narrazione teatrale. Nel 1997 fonda la Confraternita Teatrata Soffioni, successivamente denominata "I Teatri Soffiati". Dal 1993 ha realizzato una serie di cortometraggi video: “Uccellini” (1993), “Krafen” (1994), “L’uomo che portava i bambini” (1997), “Al parto” 1997, “Emporio” in concorso al Festival Anteprima di Bellaria edizione 2001. Insieme a bambini della scuola elementare i cortometraggi “Tramonto di Natale rosso sangue” (1998), “L’ultimo giorno del sole” (2000), “Un amore esagerato” (2002), “Il principe felice” (2004), “Qualcuno sorride ad un altro” (2004) selezionato al Festival del cinema di Torino nella sezione Sottodiciotto. Di recente pubblicazione il libro illustrato “La mia amica ape Rina”, con illustrazioni di Mirka Perseghetti, edito dal Museo Tridentino di Scienze Naturali. Nel 2009 è stato stampato da Plumen il romanzo breve “Espresso”.


L’iniziativa è patrocinata dalla Regione autonoma Trentino Alto Adige, dalla Provincia autonoma di Trento, dal Comune di Venezia.

Sostengono l’iniziativa la Target sas di Villa Lagarina (http://www.target-tn.it) e la PRO·GEST – Cartiere di Villa Lagarina (www.pro-gestspa.it).


ORARIO
Mercoledì, giovedì e venerdì, 14:00-18:00
Sabato e domenica, 10:00-12:30 e 14:00-18:00
Lunedì e martedì chiuso

L'ingresso è libero.

File allegati:
Contemplation, 2012 pdf (335.3 kB)
Lips, 2012 pdf (536.7 kB)
Immagine Gente comune Igor Molin