Il parco Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Dentro
Mostra
A cura di: Promart Libera Associazione per la Promozione delle Arti di Trento, in collaborazione con il Comune di Villa Lagarina e il patrocinio della Regione Trentino Alto Adige e della Provincia Autonoma di Trento
Palazzo Libera
Via Garibaldi, 12 - Villa Lagarina
Vedi Google Maps
Da sabato 5 aprile
a domenica 27 aprile 2014

Espongono gli artisti Dario Coletti, Luca Coser e Giacomo Sartori. Inaugurazione sabato 5 aprile alle 18:30 con reading dai racconti di Giacomo Sartori, voci narranti: Alessio Kogoj e Giacomo Anderle


Tre intriganti chiavi interpretative per leggere i propri orizzonti interiori. Dario Coletti (fotografie), Luca Coser (collages) e Giacomo Sartori (racconti), sono i protagonisti del progetto espositivo voluto dalla PROMART di Trento per il 19° appuntamento del programma ARTELibera. Palazzo Libera per l’Arte Contemporanea, curato in collaborazione con il Comune di Villa Lagarina.

Negli spazi di Palazzo Libera, accanto a 15 suggestivi scatti fotografici di Dario Coletti (Roma, 1959) e 15 delicati collages di Luca Coser (Trento, 1965), scorreranno le parole, semplici e penetranti, dell’agronomo-scrittore Giacomo Sartori (Trento, 1958).

Presenti gli autori, in occasione della inaugurazione della mostra, sarà presentato il libro DENTRO, edito da Postcart (Roma, 2014) per i tipi de La Reclame di Trento; per l’editore il volume sarà quello d’esordio di una nuova collana, INCONTRI. A Palazzo Libera Alessio Kogoj presterà la voce ai testi di Giacomo Sartori.

Dario Coletti è nato a Roma, dove vive, nel 1959.

Fotografo professionista. Collabora stabilmente con testate giornalistiche, istituzioni e organizzazioni umanitarie italiane e internazionali. Da sempre attento alle tematiche del sociale, negli ultimi anni è approdato a una fotografia di più ampio respiro, approfondendo il rapporto tra fotografia e antropologia visiva e sperimentando altri linguaggi visivi come il film documentario. Alla professione affianca l’attività didattica ed è oggi coordinatore del Dipartimento di Fotogiornalismo dell’ISFCI, a Roma. Ha partecipato a diversi progetti espositivi collettivi sulla fotografia italiana, tra cui Unescoitalia del Ministero per i Beni Ambientali e Culturali (Bruxelles 2007), Wonders of Italy (Bruxelles 2007) e Il fotogiornalismo in Italia 1945-2005-linee di tendenza e percorsi (Milano 2006). Le sue fotografie sono conservate presso biblioteche e musei italiani, ha esposto in Italia e all’estero e ha ricevuto il premio Les Photographies de l’Annés 2008 dalla APPPF – Agence pour la Promotion de la Photographie Professionnelle en France. Nel 2012 vince il premio Marco Bastianelli per il miglior libro fotografico e riceve una menzione d’onore nell’International Photography Awards. Ha pubblicato diversi libri fotografici tra cui: Okeanos & Hades (Postcart Roma 2011), Ispantos (Soter editrice Sassari 2006), Gente di miniera (Poliedro 1999), Ammentos – feste popolari in Sardegna (edizione Ex Mà Cagliari 1997), Il fotografo e lo sciamano (Postcart Roma 2013) e il film documentario La scelta, uomini del buio (2007) sulla vita nelle miniere dell’iglesiente. Il suo lavoro ventennale sulla Sardegna è stato ospitato nel 2007 e nel 2012 dal Festival internazionale della Fotografia di Roma in una grande mostra retrospettiva (2007) e in una collettiva al Macro di Roma (2012).

Luca Coser nasce a Trento nel 1965.

È artista professionista e docente all’Accademia di Belle Arti di Roma. Vive a Roma e a Trento. Dopo essersi formato nelle Accademie di Venezia, con Emilio Vedova, e Firenze, ha presto iniziato un percorso professionale che lo ha visto lavorare con numerose gallerie in Italia e all’estero. Da sempre centro della sua poetica è un ossessivo scavo nelle vicende della sua biografia, lì dove questa trova forti relazioni con il cinema, la letteratura e la memoria collettiva. Predilige l’utilizzo della pittura e del disegno, ma in più occasioni suoi progetti si sono espressi attraverso la scultura, il video e la fotografia. Nel corso degli anni il suo lavoro è stato esposto in numerosi spazi privati e pubblici, tra questi ultimi ricordiamo: MART, Rovereto; Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, San Marino; Palazzo dei Diamanti, Ferrara; Galleria Civica Arte Contemporanea, Trento; Fortezza di Bard, Aosta; CIAC, Gennazzano; Complesso del Vittoriano, Roma; Museion, Bolzano; MAG, Riva del Garda; Galleria Nazionale, Cosenza; Kunstverein, Aschersleber; Castello di Aci, Catania; Museo Arte Contemporanea, Sassari; Palazzo Sarcinelli, Conegliano; Museo Arte Moderna, Gazoldo degli Ippoliti; Palazzo Libera, Villa Lagarina; Museo S. Agostino, Genova; Traklhaus, Salisburgo; Fabbrica del Vapore, Milano; Fortezza Nuova, Livorno.

Giacomo Sartori è nato a Trento nel 1958.

È agronomo e vive tra Parigi e Trento. Ha pubblicato le raccolte di racconti Di solito mi telefona il giorno prima (il Saggiatore, 1996), Autismi (Sottovoce, 2010), Avventure (Senzapatria, 2011) e, con Marino Magliani, Zoo a due (Perdisa, 2013) e i romanzi Tritolo (il Saggiatore, 1999), Anatomia della battaglia (Sironi, 2005), Sacrificio (Pequod 2008, Italic 2013), tutti tradotti in francese, e Cielo nero (Gaffi, 2011). Per il teatro ha scritto il monologo Dispatrio (antologia Per voce sola 13, Nerosubianco, 2013), e ha curato l’adattamento di Sacrificio (prodotto dal Gruppo Stradanova – Slow Theatre e dal Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento, 2013) e di Cielo nero (Sipario BIS, www.sipario.it).

È redattore del blog letterario collettivo Nazione Indiana
www.nazioneindiana.com

Dario Coletti

Luca Coser

Giacomo Sartori


ORARI:
mer-gio-ven 14.00/18.00
sab-dom 10.00/12.30 - 14.00/18.00
lun-mart chiuso


INFO:
Comune di Villa Lagarina
cultura@comune.villalagarina.tn.it www.comune.villalagarina.tn.it facebook.com/ComuneVillaLagarina

PROMART
www.promartrento.net
tonico52@yahoo.it

File allegati:
Dentro cartolina pdf (1.7 MB)
Dentro locandina pdf (1.5 MB)
Dentro banner