Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Zanzara tigre: fai la tua parte per contenerla
M.V. - 4 giugno 2014

Con la fine di maggio ha preso avvio la nuova stagione del progetto di monitoraggio della diffusione della zanzara tigre sul territorio della Vallagarina. Avviata oltre quindici anni fa dal Comune di Rovereto per il tramite della Fondazione Museo Civico, l'iniziativa ha assunto una dimensione sovra-comunale coinvolgendo i comuni di Ala, Avio, Besenello, Isera, Mori e Villa Lagarina. Per 23 settimane i collaboratori della Fondazione Museo Civico monitoreranno a cadenza settimanale le ovitrappole posizionate sul territorio, estraendone il materiale necessario per la raccolta dei dati. Il Comune di Villa Lagarina ha creato un'apposita sezione online sul proprio sito dove è possibile scoprire come comportarsi


La zanzara tigre è molto aggressiva e molesta, e la sua attività diurna limita sensibilmente la possibilità di frequentare e godersi spazi verdi e terrazze delle abitazioni. Può essere eliminata solo con un attento e costante controllo dei giardini, dei cortili, dei terrazzi, dei cantieri, delle discariche, dei campi, delle serre, delle altre aree private oltre che delle aree pubbliche.

L'Amministrazione sta facendo e continuerà a fare il necessario nelle aree pubbliche di competenza. Ma solo con l’impegno di tutti si potrà impedire che la zanzara determini crescenti fenomeni di molestia.

I luoghi dove è più facile che le zanzare depongano le uova sono piccole raccolte d’acqua, tombini, pozzetti di scolo dell’acqua piovana, bidoni e contenitori in orti e giardini, piccole fontane, sottovasi di fiori su terrazzi e balconi, pneumatici o sacchetti di plastica abbandonati e altri oggetti che raccolgano acqua piovana. è quindi fondamentale svuotarli sempre o in alternativa introdurre un antilarvale biologico come il Bacillus Thuringiensis.

Le pastiglie specifiche per il trattamento dei tombini e delle caditoie a base di Bacillus Thuringiensis possono essere acquistate a prezzo agevolato (3,50€ a confezione) grazie a un accordo sottoscritto dall'Amministrazione comunale con SAIT di Villa Lagarina e le Famiglie cooperative di Castellano e Pedersano.

Il progetto si avvale dal 2012 del supporto del Servizio conservazione della natura e valorizzazione ambientale della Provincia di Trento e prevede anche la promozione di azioni di contenimento e trattamento e momenti di sensibilizzazione della popolazione, alla quale sono rivolti una serie di incontri formativi e un vademecum che raccoglie le buone prassi da rispettare per evitare di favorire nuovi episodi di infestazione.

Vai all'apposita sezione online

 

Zanzara tigre (Aedes Albopictus)