Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Sulla strada i disegni dei bambini
L.N. - 19 settembre 2016

I disegni dei bambini delle elementari, fatti coi gessetti sull'asfalto di via Segantini, saranno la nota colorata dell'adesione di Villa Lagarina alla Settimana europea della mobilità sostenibile. Ci saranno anche i laboratori dei ragazzi della materna e il salotto urbano, con la possibilità di giocare a carte o leggere il giornale all'aperto, sulla strada chiusa al traffico. L'organizzazione è curata dal consigliere delegato alle politiche giovanili, Jacopo Cont, e dall'Associazione Energiealternative. La "settimana" è partita venerdì e propone molti eventi in Trentino. A Villa Lagarina "Pictures on the road" dà un forte segnale che evidenzia l'impegno del Comune sul tema: ricordiamo la recente attivazione di una nuova stazione per biciclette elettriche condivise in piazzetta Scrinzi e la nascita di una nuova linea - la terza - del piedibus. La sindaca Baroni commenta: «Un'adesione rinnovata, per diffondere una nuova cultura»; l'assessora all'istruzione, servizi all'infanzia e politiche per la famiglia Serena Giordani: «Il piedibus funziona e tutte le linee sono "piene" lo dobbiamo all'impegno insostituibile di tanti volontari»


Pictures on the road è in programma giovedì 22 settembre dalle 8 alle 18 in via Segantini. «L'idea - spiega Cont - è di chiudere una delle arterie principali della viabilità del paese, perché deve arrivare un segnale forte di mobilità alternativa. Abbiamo coinvolto la scuola elementare che, per tutta la mattina e il primo pomeriggio, farà una serie di disegni sull'asfalto, coi gessetti. Nel pomeriggio lavoro per i ragazzi della materna: faranno disegni legati al mondo della bicicletta, usando materiali di recupero. Nella seconda parte del pomeriggio, la strada diventerà un grande salotto urbano dove si potranno fare giochi da tavola, o leggere libri e giornali. Abbiamo scelto una zona centrale del paese, che però solitamente è dedicata solo alle auto».

La "Settimana" ha proposto e proporrà 17 appuntamenti sul territorio provinciale e vede impegnati numerosi comuni, la Provincia, comunità di valle, parchi, musei e associazioni. Ci sono incontri a tema, rassegne di libri, mostre, convegni, pedalate ecologiche, laboratori per i più piccoli e festival delle bici. Nata nel 2002, è promossa dalla Commissione europea per invitare ad agire contro il cambiamento climatico e migliorare la qualità di vita. Lo slogan di questa edizione “Smart economy, strong economy” sottolinea come il tema della mobilità intelligente e sostenibile sia un investimento.

L'assessora Serena Giordani spiega: «Il piedibus di Villa Lagarina è ripartito a pieno regime col primo giorno di scuola. Le due linee "consolidate", la gialla (con capolinea sul piazzale di entrata Famiglia cooperativa) e la rossa (con capolinea a Piazzo, parco San Zeno) hanno già 25 bambini iscritti. Si aggiunge ora anche la blu con capolinea in via Lasta. Ringrazio tutti i volontari: molti sono genitori e alcuni di loro stanno proseguendo il proprio impegno anche se i figli sono ormai grandi e non "salgono" più sul piedibus. L'iniziativa fa fare moto ai bambini ed è positiva anche per chi li accompagna: la loro energia è vitale soprattutto per persone che magari, altrimenti, trascorrerebbero la mattinata da sole. Un grazie particolare a quei volontari della linea rossa che, per far partire la linea blu, si sono messi a disposizione per coprire il nuovo tracciato. Tra gli accompagnatori contiamo anche alcuni insegnanti; c'è una generale presa di coscienza dell'importanza del progetto. Concludo dicendo che le varie fermate sono studiate anche per favorire chi deve fare un tratto in auto coi genitori, per poi potersi unire al piedibus magari in un punto intermedio». A collaborare, oltre ai volontari, ci sono anche alcune persone selezionate dalle liste di mobilità. Il Comune ha fornito le giacche ad alta visibilità e ha pagato l'assicurazione agli accompagnatori, sia per quanto riguarda la responsabilità dell'accompagnamento, sia per eventuali infortuni.

La sindaca Romina Baroni inquadra l'adesione alla settimana della mobilità in un più generale impegno del Comune. «Eccoci anche per l'edizione 2016. Questa partecipazione attiva è un modo per trasmettere un messaggio alla popolazione, far capire quanto sia importante attivare buone pratiche usando il trasporto pubblico e i mezzi alternativi all'auto. Da quest'anno abbiamo anche una stazione del bike sharing: l'unica in Vallagarina fuori dal territorio di Rovereto. Vogliamo così diffondere questo concetto di bicicletta condivisa, anche come mezzo per coprire il cosiddetto "ultimo miglio", magari integrando treno o autobus. Si tratta di creare una cultura di rispetto per l'ambiente e di miglioramento della salute pubblica».