Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
"Posto occupato" giornata contro la violenza sulle donne
L.N. - 24 novembre 2014

Villa Lagarina aderisce all'iniziativa "posto occupato": domani (martedì 25 novembre) in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, nella sala Nobile di Palazzo Libera, alle 20.30, un posto in prima fila sarà occupato dal logo dell'iniziativa, che sarà presentata dalla consigliera delegata alla promozione delle pari opportunità Enrica Zandonai. «Per argomenti come questo sarebbero davvero molte le parole da dire, ma il rischio è quello di cadere nella retorica e nella banalità - spiega Zandonai - Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il Comune di Villa Lagarina vuole dare uno spunto di riflessione. Il posto occupato in questa sala è dedicato a tutte quelle donne che occupavano un posto al cinema, sul tram, negli uffici, nella società prima che la violenza di un marito, un fidanzato, un padre ponesse fine alla loro vita. Perché nella maggior parte dei casi i violenti, gli assassini sono proprio quegli uomini che stavano loro più vicino, le persone di cui più si fidavano e che più dicevano di amarle. Un dato sottolinea come questo sia un problema che affligge anche la nostra società: in Italia nel 2013 sono stati 179 i femminicidi, una vittima ogni due giorni»


Il posto resterà occupato da martedì: giorno in cui la sala ospita la presentazione del libro di Ugo Morelli "Il conflitto generativo. La responsabilità del dialogo contro la globalizzazione dell'indifferenza", che rientra nell'ambito di "Tra le pagine del conflitto" (Mostra dell'editoria della Vallagarina). Ma quella sedia resterà occupata anche per le prossime settimane, per continuare a stimolare la discussione tra chi parteciperà ai prossimi eventi in programma.

Villa Lagarina organizza poi anche altre iniziative per discutere di questo argomento: venerdì 28 novembre alle 20.30 nella sala del consiglio comunale è programmato “Leggendo Lolita ed altre Storie” dove l’Associazione culturale "Chiamaleparole" proporrà un serata di letture accompagnate dalla musica dell'arpa con l'intervento finale di Isa Cubello, esperta delle tematiche delle pari opportunità e della violenza sulle donne. Le letture sono estratte dai libri "Malamore: esercizi di resistenza al dolore" di Concita De Gregorio e "Ferite a morte" di Serena Dandini.

Inoltre, fino a sabato 13 dicembre in municipio (e in particolare sulle vetrate) è possibile ammirare l’esposizione della mostra Ma-Donne delle artiste della Compagnia d’arte AeroplaninoAdElastico, un allestimento definito «Un viaggio nel femminile che narra di forza, impegno personale e collettivo, di sorellanza ma anche di ingiustizia, di sopruso e violenza, di fragilità e solitudini».

Posto occupato