Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Lavori in corso al Parco di Pedersano
L.N. - 9 maggio 2016

Sono cominciati, e procedono speditamente, i lavori al Parco di Pedersano. A fare il punto è Flavio Zandonai, assessore ai lavori pubblici: «Gran parte del muro a valle, che fa da contenimento al parcheggio sovrastante, è stata fatta. Il lavoro prosegue e, se il meteo continua a essere favorevole, tra fine maggio e inizio giugno si potrà passare alla fase successiva, quando i cantieri verranno divisi: per la parte più complessa continua a lavorare la ditta incaricata, parliamo dunque di finire la parte grezza del parcheggio e delle parti in cui serve fare movimento terra; mentre per altri lavori di minore entità saranno coinvolte squadre inviate da Trento, con personale selezionato tra i lavoratori socialmente utili: si occuperanno di ripristino del parco, cordonate, cavidotti. Al momento non possiamo sapere in quale momento potremo riaprire il parcheggio al pubblico: quell'area, pur quasi completa seppure priva di asfalto, potrebbe infatti essere utile ai cantieri successivi, per deposito materiali e mezzi»


Il ripristino del parco è diviso in due lotti e quello in corso è il primo. Presentato qualche mese fa, il progetto punta a rendere accessibili a passeggini e sedie a rotelle ogni area del comparto, migliora la vivibilità della scuola materna e ridisegna in maniera armonica i rapporti con tutti gli elementi presenti. Insomma: si crea una piacevole area a verde migliorando la fruibilità di scuola, chiesa, cimitero, teatro, parco pubblico, campo da basket e si mettono in sicurezza tutti gli accessi pedonali e carrabili. Intanto, è già operativo il semaforo per l'attraversamento dei pedoni e l'uscita delle auto dal sagrato, altrettanta attenzione sarà data anche all'accesso al parcheggio a monte, a cui si sta lavorando in questo momento.

Il progetto è dell'architetto Giovanni Marzari. L'area presa in considerazione non è solo quella che poi diventerà parco: il disegno complessivo deve infatti tener conto di tutto il colpo d'occhio, di tutto il territorio compreso tra la strada provinciale a nord e a ovest, il cimitero a sud e la chiesa a est. Anche il muro che si sta ultimando ha una sua funzione non solo pratica ma anche estetica, sottolineando la linea di livello seguita dal terreno e, del resto, ricorda chiaramente il paesaggio terrazzato tipico di tante vallate trentine.

Una volta ultimati i lavori, la forma dell'area sarà segnata da due percorsi: sull'asse nord-sud si crea un collegamento visivo tra la facciata est della scuola e il lato ingresso al cimitero, sull'asse ovest-est si sottolinea il percorso tra l'abside della chiesa e il piccolo edificio vicino e il muro di cui abbiamo scritto sopra. Sarà riempita in parte la depressione del terreno vicino all'angolo del cimitero, rendendo più dolce l'impatto visivo; sarà realizzato un collegamento tra il parcheggio e il piazzale d'ingresso allo stesso cimitero.

Sorgerà anche un anfiteatro naturale, che farà da accesso diretto al parco, dal sagrato della chiesa, mentre 350 metri quadrati di giardino saranno di utilizzo esclusivo della scuola materna.

Nel nuovo parcheggio ci saranno 20 posti auto, la fermata dell'autobus sarà ricollocata e un marciapiede partirà proprio dalla fermata per arrivare sul piazzale antistante la chiesa. Ancora, ci sarà una piazzola protetta in prossimità dell'ingresso al teatro, sarà ridisegnato il campo da pallacanestro. Quanto al parco, in parte sarà prato e in parte valorizzerà le specie vegetali tipiche del territorio, con particolare attenzione a quelle "dimenticate" quali gelsi, sorbi, nespoli, sambuchi, cornioli, ciliegi, pruni, susini, peri, noccioli, caprifogli e lantane.

Clicca sull'immagine per visitare la galleria