Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
Il Comune aderisce all'Associazione Pace per Gerusalemme
L.N. - 23 marzo 2015

Il consiglio si è espresso in maniera favorevole e unanime per l'adesione del Comune di Villa Lagarina all'Associazione Pace per Gerusalemme. Il Trentino e la Palestina. Costituito nel 2001 per impulso di istituzioni, associazioni e singoli cittadini, il sodalizio è impegnato per affermare le ragioni della pace, del dialogo e della convivenza in quel luogo reale, ma anche dalle caratteristiche fortemente simboliche, che è la terra di Israele/Palestina. A spiegare le motivazioni di questo atto ufficiale è la consigliera delegata all'educazione alla pace, Enrica Zandonai: «Gli sforzi fatti da chi lavora per la costruzione della pace devono essere messi in rete e condivisi il più possibile. Collaborare con un'associazione già strutturata, come questa, consente di raggiungere tale obiettivo. Il gruppo unisce infatti associazioni ed enti tra cui comuni, Provincia e Regione; ha dunque una base molto solida e, per Villa Lagarina, essere parte di essa significa poter dare più ampio respiro alle proprie azioni»


Nel mondo persistono e si moltiplicano le guerre: dal Mediterraneo al Medio Oriente, dall’Africa all'Europa. Tra tanti scenari di conflitto, quello israelo - palestinese si protrae da decenni e costringe migliaia di persone, in gran parte bambini e donne, a vivere in condizioni disumane e di perenne pericolo. Per questo, come scritto nella delibera approvata dal consiglio comunale del 9 marzo scorso: «È evidente la necessità di aiutare la popolazione dei territori coinvolti nel conflitto ed è altrettanto urgente dare vita ad azioni positive per mettere fine alla violenza e all’occupazione militare, per giungere infine a un accordo di pace giusto e duraturo».
Spiega ancora la consigliera Zandonai: «Al di là dei singoli interventi, mirati magari a costruire un pozzo o comunque ad azioni puntuali per risolvere uno specifico problema, l'Associazione Pace per Gerusalemme consente di allargare gli orizzonti: la condivisione del lavoro con tanti soggetti porta a mettere in atto progetti più strutturati e dunque con valenza maggiore e più a lungo termine. Questa stessa filosofia ci aveva guidati al momento dell'adesione al sodalizio a sostegno dei Balcani».
Se l'adesione ufficiale all'associazione è di queste settimane, la collaborazione ha radici profonde: tra il 2013 e il 2014 Villa Lagarina è stata partner del progetto "Troppa storia in troppo poca geografia", che ha coinvolto alcuni ragazzi prima in un corso di formazione in Trentino e poi in un viaggio studio in Palestina.
L'impegno di Villa Lagarina, rafforzato dall'adesione all'Associazione, si concretizzerà sul territorio comunale con attività di sensibilizzazione, ma il contributo andrà anche a beneficio di quanto l'Associazione sta mettendo in atto in Palestina, con l’avvio di una relazione permanente con la città di Beit Jala (a sud di Betlemme) coinvolgendo le istituzioni locali e la società civile per l’apertura e l’attivazione di un centro giovanile. Per far questo si dovranno favorire la collaborazione con (e tra) le varie associazioni di Beit Jala e di altre comunità palestinesi, oltre alla conoscenza e allo scambio tra il Trentino, Beit Jala e l’intera Palestina.
Tra i soci fondatori dell'Associazione ci sono i comuni di Ala, Arco, Brentonico, Rovereto, Trento, la Provincia, la Regione, il Forum trentino per la pace e i diritti umani, numerose organizzazioni della società civile quali Cgil, Cisl, Uil, Acli, Coro Sant'Ilario, Comitato delle associazioni per la pace e i diritti umani di Rovereto, Cooperativa mimosa, Unimondo e tanti singoli cittadini.

Ulteriori informazioni sull'impegno di Villa Lagarina per la pace, si trovano su questa pagina.