Il paesaggio terrazzato Uccello S. Maria Assunta
679 libri ai giovani e giovanissimi di Villa Lagarina
L.N. - 21 dicembre 2015

Partendo dall'iniziativa organizzata dalla casa editrice Giunti e intitolata "Aiutaci a crescere, regalaci un libro", il Comune di Villa Lagarina - attraverso il consigliere delegato alle politiche giovanili Jacopo Cont - ha attivato un progetto per far arrivare 679 volumi nelle scuole del paese e al Centro Famiglia 180°. «Due cose mi preme sottolineare - spiega Cont - da un lato l'aver creato una sinergia tra Comune, associazione Multiverso, Centro Famiglia 180° e scuole, dall'altro il fatto di non aver limitato il progetto alla mera consegna di libri, ma di averlo arricchito rendendolo un evento condiviso, un modo per essere, assieme, utili alla comunità, in maniera gratuita e disinteressata»


Il progetto, come detto, parte dalla casa editrice Giunti che, ormai qualche tempo fa, aveva lanciato l'iniziativa: chi si recava nelle librerie poteva acquistare, e lasciare in negozio, un ulteriore libro rispetto a quelli comprati per sé. I libri così acquistati erano indirizzati ai giovani e giovanissimi delle scuole e l'azienda ha individuato, nel Comune di Villa Lagarina e in particolare nelle Politiche giovanili, il partner cui affidarsi per la consegna.
«Ho coinvolto l'associazione Multiverso - spiega Cont - e, venerdì 11 dicembre, abbiamo fatto la prima consegna, allo Spazio famiglia 180°, dunque a bambini in età da elementari. A questo primo evento, seguiranno le consegne all'asilo, alla scuola elementare e media. Gli appuntamenti sono programmati per la fine di gennaio».
All'evento di venerdì ha partecipato anche il Coretto di Marco, ampliando così la collaborazione tra realtà associative anche al di fuori del territorio comunale di Villa Lagarina. I volontari dell'associazione giovanile Multiverso si sono attrezzati per regalare, in occasione del tradizionale appuntamento del Centro famiglia, un'atmosfera natalizia. Uno di loro si è vestito da Babbo Natale e le foto con il vecchietto dalla barba bianca sono state moltissime. L'associazione ha pensato pure ad addobbare una slitta, caricata di doni che, ovviamente, erano rappresentati dagli stessi libri, opportunamente suddivisi per fascia d'età; tutti peraltro incartati con carta di giornale, perché anche in questa occasione era opportuno non scordare l'ecologia e il riciclo. Il presidente dell'associazione, Marco Maffei, racconta: «Davvero una bella esperienza, a gennaio faremo anche la consegna alle scuole elementari e medie dove, grazie alla collaborazione del Comune, porteremo anche due librerie per contenere i libri donati». Ma state pensando a eventi strutturati, come fatto al Centro famiglia? «Sì ma non anticipo nulla, perché siamo in piena fase progettuale».
Entusiasti anche al Centro Famiglia 180°, che parla con la voce di Patrizia Pucci. «Come ogni anno volevamo fare un bell'evento sul Natale. Questa volta abbiamo avuto l'opportunità di collaborare con Multiverso e quindi abbiamo creato una bella sinergia. Noi abbiamo cercato di creare un po' di magia, con un momento di intrattenimento adatto a tutta la famiglia: in un clima molto casalingo, abbiamo coinvolto un'attrice per leggere alcuni racconti sotto l'albero. È seguito il nostro laboratorio per realizzare il bracciale "chiama-renne", con tanti campanellini e creato dagli stessi bambini. L'attività ha dato il tempo di arrivare a Babbo Natale. L'iniziativa è andata benissimo, i genitori l'hanno definita "sorprendente" e sui social network sono state tantissime le condivisioni».
«Il Comune e le politiche giovanili sono state ancora una volta il propulsore per promuovere un lavoro comune, mettere assieme idee ed energie. Il tutto investendo soprattutto sul volontariato giovanile, che ha curato i vari aspetti del progetto; un lavoro attento e utile ai beneficiari finali: gli alunni e gli studenti che potranno utilizzare i tanti volumi donati» conclude Cont.

I giovani di Multiverso impegnati nella consegna dei libri