EmasIl Sistema di Gestione Ambientale è la parte del sistema di gestione generale di un Comune, un'azienda o qualsiasi altra organizzazione, che riguarda gli aspetti legati al rapporto con l'ambiente circostante.


Affrontare le tematiche legate alla protezione dell'ambiente in modo sistematico rappresenta ormai un'esigenza essenziale per le organizzazioni di qualsiasi tipo, vista l'importanza sempre maggiore che le istituzioni e la società civile danno al rispetto e alla tutela dell'ambiente.


Dotarsi di un sistema di gestione ambientale vuol dire andare oltre il semplice monitoraggio ambientale e stabilire controlli di carattere preventivo e strumenti gestionali di pianificazione e organizzazione per la prevenzione dell'inquinamento e il perseguimento del migliorare continuo.

Esistono modelli di riferimento riconosciuti a livello internazionale che aiutano le organizzazioni nell'introduzione di un Sistema di Gestione Ambientale integrato in modo coerente ed efficace con tutte le altre attività, senza creare inutili e costose sovrastrutture.

Gli schemi proposti sull'adesione volontaria delle imprese a un sistema di gestione e verifica ambientale sono l'ISO 14001, con riconoscimento mondiale, l'EMAS (sigla che sta per European Community's Eco-Management and Audit Scheme), con riconoscimento europeo, che sono, a livello generale, molto simili. Entrambi non impongono limiti (quali ad esempio: limiti massimi di scarico, quantitativi massimi di rifiuti, etc.) ma suggeriscono strumenti gestionali utili a una corretta gestione ambientale. Essi vengono adottati volontariamente e prevedono la certificazione finale del Sistema di Gestione Ambientale da un ente indipendente.

Il percorso per la realizzazione di un Sistema di Gestione Ambientale comprende numerose attività che possono essere brevemente riassunte in:

  • effettuare una analisi ambientale iniziale, al fine di analizzare il contesto ambientale e individuare l'impatto ambientale delle attività che il Comune svolge in maniera diretta o indiretta e quelle sulle quali può avere influenza. L'analisi comprende l'identificazione dei requisiti legislativi applicabili, l'esame dei principali fattori di impatto ambientale, la valutazione degli aspetti ambientali significativi e l'analisi delle prassi e delle procedure di gestione ambientale già esistenti;
  • definire una politica ambientale, da cui discendono precisi obiettivi e programmi, finalizzati al miglioramento continuo delle performance ambientali; la politica e gli obiettivi definiscono formalmente l'orientamento del Comune verso l'ambiente (principi e obiettivi generali), le modalità e i tempi con cui gli obiettivi vengono raggiunti. Gli obiettivi sono posti in considerazione della tutela dell'ambiente, dell'orientamento al miglioramento continuo, alla comunicazione e alla prevenzione dell'inquinamento, alla formazione del personale;
  • realizzare un proprio Sistema di Gestione Ambientale, i cui elementi essenziali sono assimilabili come modello a quelli più noti dei Sistemi di Gestione per la Qualità, e in particolare:
    - la definizione dell'organizzazione aziendale;
    - la sensibilizzazione e formazione del personale interno;
    - l'individuazione e l'aggiornamento delle prescrizioni legislative applicabili in campo ambientale;
    - l'individuazione e la valutazione periodica degli aspetti ambientali significativi;
    - la definizione di procedure che descrivono le modalità operative adottate dal Comune in campo ambientale (es: controllo delle emissioni in atmosfera, gestione dei rifiuti, ecc.) compreso il controllo degli aspetti ambientali indiretti (tra cui quelli delle aziende che operano per conto del Comune, quelli delle imprese artigianali, idustriali e agricole che operano sul territorio ecc.);
    - la preparazione alla gestione di eventuali emergenze di carattere ambientale;
    - la gestione della documentazione del Sistema caratterizzata dalla presenza di Manuale, di procedure ed istruzioni, in conformità all'oramai consolidato schema utilizzato per i Sistemi di Gestione per la Qualità;
    - la gestione di audit interni per valutare sistematicamente l'efficacia del sistema ed il conseguimento degli obiettivi stabiliti;
    - la gestione delle non conformità, azioni correttive e preventive in modo da assicurare il miglioramento continuo;
    - il riesame periodico del Sistema per valutare la conformità del Sistema stesso ai requisiti di riferimento, la validità della Politica ed il conseguimento degli obiettivi posti.

Solo per il Regolamento EMAS è infine prevista la definizione e divulgazione al pubblico di una Dichiarazione Ambientale che riporta, in modo conciso, la Politica Ambientale, la descrizione del Sistema di Gestione Ambientale, i dati e gli indicatori relativi alle performance ambientali con i relativi raffronti temporali negli anni e infine gli obiettivi e i programmi di miglioramento.

Il modello di Sistema di Gestione Ambientale seguito dalla norma si basa sulla metodologia nota come PDCA (Plan - Do - Check - Act) che garantisce un miglioramento continuo nel tempo:

  • Plan (pianificare): stabilire gli obiettivi e i processi necessari per fornire risultati conformi alla politica ambientale dell'organizzazione;
  • Do (attuare): mettere in atto i processi;
  • Check (verificare): sorvegliare e misurare i processi rispetto alla politica ambientale, agli obiettivi e traguardi, alle prescrizioni legali e alle altre prescrizioni e riportarne i risultati;
  • Act (agire): intraprendere azioni per migliorare in continuo la prestazione del Sistema di Gestione Ambientale.

La complessità del sistema di gestione ambientale, la quantità di documentazione e le risorse dedicate dipendono da diverse variabili quali: il campo di applicazione del sistema, le dimensioni dell´organizzazione e il tipo di attività, prodotti e servizi.